Come riparare la tuga (o la coperta) che molleggia!

La tuga (o la coperta) della barca molleggia, flette e non risponde più al peso “come una volta”? L’analisi è semplice: la balsa, lo strato interno alle due pelli di vetroresina, il “Core”, che può essere anche di PVC, è usurata. Forse qualche foro di troppo l’ha guastata riducendo le caratteristiche meccaniche. Se il Core è in PVC potrebbe essersi delaminato staccato da una delle due pelli. No panic! La Cecchi ha ideato e testato una procedura “chirurgica” che con un dispendio limitato di energie e denari vi permetterà di ridare il vecchio vigore strutturale e ripartire alla grande! Con l’aiuto del Fein Multimaster si rimuove la “pelle” superiore facendo una incisione precisa nella parte liscia dove non c’è la scolpitura dell’antiscivolo. Non buttatela via, vi servirà in seguito. Noterete che la balsa è marcia, esausta. Rimuovetela tutta, facendo attenzione a togliere anche i residui sotto i bordi laterali. Fate gli stessi passaggi nel caso in cui ci fosse il PVC. Nuovi pannelli di PVC, nuova vita per la vostra coperta! Il PVC va benissimo anche per sostituire la balsa. Metteteli sulla superficie e tagliateli a misura con l’aiuto di un cutter. Numerateli in modo da non avere brutte sorprese durante l’incollaggio. Fatto il puzzle? Bene. Ora è il momento di rinforzare la coperta con l’aiuto di 10 10 CFS. Impregnate l’intera superficie interessata. Eseguite la stessa operazione con 10 10 CFS additivato con Microfiller Powder.

E’ il momento di posizionare il PVC secondo l’ordine in cui è stato numerato. Tutto calza alla perfezione. Una nuova mano di 10 10 CFS con Microfiller Powder per creare anche con il coperchio una perfetta interfaccia. Non devono permanere aree vuote all’interno di questo spazio. Come fare? Semplicemente con una colata di Core Bond (il sistema Cecchi epossidico per colata) per riempire perfettamente anche le parti inaccessibili. Ogni spazio verrà colmato e rinsaldato il vigore strutturale. Si riposiziona la pelle superiore; l’incollaggio si esegue con 10 10 CFS e Addensante N.2. Posizioniamo del peso, vanno benissimo alcune bottiglie d’acqua, sopra l’area in modo da rendere più performante l’incollaggio. L’area di calpestio è usurata e l’antisdrucciolo non “lavora” più bene come una volta? Sarà facile renderla nuovamente bella e funzionale con Deco-deck!

Un intervento similare può rimettere in sesto anche il vostro timone!

Scarica la guida uscita su Mondo Barca Market