Preparazione esterna

Le viti e i chiodi, essendo “cacciati” nella profondità del legno, presentano una piccola cavità nella maggior parte dei casi ricoperta con stucco.
Quando le barche sono tirate a secco si notano piccoli aloni di umidità in corrispondenza di viti, chiodi e crepe lungo la giunzione delle tavole. Il tempo, l’acqua di mare, gli stress derivanti dalla navigazione e tutti i fattori contingenti, hanno ammorbidito lo stucco e l’umidità è arrivata nell’intimo della struttura.
Per rimuovere lo smalto sull’opera morta e l’antivegetativo sull’opera viva, i mezzi più indicati sono: bruciatura con fiamma, discatura, leggera sabbiatura.
È evidente che un’azione combinata di bruciatura e carteggiatura-discatura darà il risultato migliore.
È anche indispensabile rimuovere tutte le stuccature e aprire i comenti delle tavole.
Provare a tirare qualche vecchia vite e se si riesce a farle fare un piccolo movimento, vuol dire che il “collo” è ancora integro; in caso contrario, se salta, sarà necessario rinterzare il fondo con viti alternate.
Queste lavorazioni si vedono molto chiaramente nei nostri DVD n°1 e 2 che potete richiedere a noi o presso il Vostro Rivenditore. Il video n° 1 ha la durata di circa 60 minuti e illustra l’uso del
10 10 CFS con gli additivi, la preparazione delle superfici, la costruzione di un ponte in teak, l’applicazione del tessuto di vetro e nella parte finale, l’intervento contro l’osmosi.
Il video n° 2 tratta specificatamente l’integrazione della resina epossidica 10 10 CFS su una imbarcazione tradizionale a fasciame longitudinale, l’applicazione di un nuovo fasciame esterno di rinforzo (replanking), la ristrutturazione, verniciatura e pitturazione completa. La durata è di circa 90 minuti.
Disponiamo inoltre del DVD n°3 che illustra come pitturare la vetroresina cambiandone il colore, riparare il sandwich della tuga zuppo d’acqua, allungare un timone e… tanti altri piccoli e grandi suggerimenti. Durata oltre 120 minuti.